escrementi di topo e geco come riconoscerli

Escrementi di topo e di geco

Riconoscere gli escrementi di topo o di geco può non essere cosi semplice a prima vista, ma con questa mini guida chiariremo ogni dubbio e renderemo la cosa semplicissima.
Ma perché dovrei saper riconoscere gli escrementi di topo e di geco?
Bhe l’escremento è l’unico segnale che ci avverte del passaggio di questi roditori ed è un segnale inequivocabile della loro presenza o infestazione.
Identificarli è fondamentale e ci permetterà di distinguere il nostro amico geco(e tra poco capiremo perché amico) dal meno amato roditore.

iniziamo, una foto è più esplicativa di mille parole:

Escrementi di geco, cacca di geco

Gli escrementi di geco e gli escrementi di topo come potete vedere sono molto simili tra loro ma con una differenza sostanziale, una punta bianca, il risultato delle deiezioni solide e liquide dallo stesso foro.
La puntina che compare non è altro che acido urico cristallizzato.
La grandezza dell’escremento può variare in base alle dimensioni del geco e può raggiungere anche 1 centimetro.

Escrementi di topo, cacca di topo

Gli escrementi del topo invece possono essere grigi se secchi o neri se freschi, hanno una forma che ricorda il chicco di riso e sono lunghi da 1 fino a 5 mm.
Se vi è la presenza del ratto in casa, allora gli escrementi saranno a forma di banana, di colore marrone e lunghi fino a 1,5 cm.
A differenza degli escrementi di geco, gli escrementi di topo sono ben più pericolosi e dobbiamo ricordarci di non eliminare questi escrementi a mani nude.
Gli escrementi di topo possono portare di frequente a malattie come Salmonellosi o la Leptospirosi in quanto questo materiale organico si polverizza facilmente e rischia di essere inalato dai frequentatori delle abitazioni o dei locali infestati in genere.

Come eliminare i topi

Sebbene in una certa misura e in particolari condizioni anche gli escrementi dei geco posso essere pericolosi, il geco non rappresenta un problema, anzi oltre a non essere animali nocivi o pericolosi, i gechi ci aiutano a eliminare quei fastidiosi insetti come le zanzare.
Faccenda diversa riguarda gli escrementi di topo, che dovrebbero essere trattati con particolare cura da disinfestatori qualificati.
Le tracce degli escrementi di topo consentono ai tecnici esperti di riconoscere la specie, di seguire un percorso che li condurrà alle tane e di mettere in pratica una lotta mirata ed efficace.
Il posizionamento delle esche in prossimità dei focolai, identificati grazie all’esperienza di un tecnico esperto, servirà ad attirare i roditori per permettere di catturarli e rimuoverli con facilità e in breve tempo.
Antiparassitari e insetticidi fai da te hanno uno scarso risultato e non possono essere usati in determinati ambienti (ambienti contenenti derrate alimentari, ambienti sanitari, uffici)

contatta un derattizatore professionista

derattizzazione roma