Disinfestazione zanzare con trattamento naturale ecologico

Quando e dove non è possibile usare metodi tradizionali?

– in ambienti con presenza di persone (il trattamento non ha alcuna tossicità)
– asili, comunità, parchi giochi, centri commerciali
– in ambienti con presenza di animali
– orti e frutteti
aziende biologiche o della filiera biologica (OBBLIGATORIO)

Non occorre alcuna preparazione anticipata degli ambienti da trattare

Le fasi

  • identificazione delle aree da trattare
  • erogazione con mezzo atomizzatore di formulati naturali non neurotossici ad ampio spettro

Differenze con un trattamento tradizionale

La durata dell’effetto repellente va da 15 a 20 giorni in base alle
temperature della stagione ed alle precipitazioni, per questo motivo sono necessari più interventi rispetto ai metodi tradizionali con prodotti chimici.
Il trattamento può essere effettuato anche in presenza di persone e non ha alcuna tossicità.
In questo modo vengono preservate la microfauna (coccinelle, api ed altri insetti utili) e microflora utile in quanto il prodotto è specificatamente repellente solo per le zanzare.
Si possono trattare con estrema tranquillità le aree di gioco dei bambini o le zone esterne di aggregazione ottenendo ottimi risultati nel completo rispetto dell’ambiente naturale e del verde dei parchi e giardini.
Infine l’assenza di tossicità del prodotto non crea l’accumulo di sostanze chimiche nell’ambiente nel corso dei vari passaggi in quanto la sua demolizione avviene gradualmente fino alla scomparsa delle essenze di cui il prodotto è costituito.

Nella fase “Larva” (quindi parliamo dei ristagni d’acqua) uno dei rimedi naturali più conosciuti è il Bacillus Thuringiensis var. israeliensis (B.t.i) L’utilizzo di questo batterio è una delle metodologie a minore impatto ambientale per il controllo delle zanzare.
Scoperto in Israele nel 1976 il B.T.i. è il larvicida in assoluto più selettivo tra quelli attualmente in commercio e non ha grande attività residuale. Ha un attività che si protrae per 2-3 giorni dopo l’applicazione e in particolari condizioni è possibile aumentarne la persistenza e la residualità, es: in acque poco inquinate e ad elevate concentrazioni.
Il B.T.i. non è assolutamente in grado di propagare alcuna infezione né di dare tossicità sugli animali non interessati. Non provoca alcun effetto tossico sul sistema nervoso centrale o periferico.
Da sfatare invece è il mito del rame, l’utilizzo è efficace sono il grandi quantità ed è molto inquinante.

Contattaci per un preventivo gratuito o per maggiori informazioni.
disinfestazione zanzare con metodo naturale ecologico